Archive for maggio, 2012

Allarme nello Stato italiano

di Gabriella Gagliardini

Alla luce degli episodi incresciosi che si verificano in Italia, mi chiedo continuamente se il nostro Premier Mario Monti abbia sentimenti umani e non riesco a trovare risposta. Dal momento che sono abituata a valutare i fatti, oltre che a basarmi su sensazioni puramente personali, ho dovuto constatare, con grande rammarico, che l’attuale Presidente del Consiglio italiano e` privo di tutte quelle emozioni che rispecchiano la natura dell’uomo. Forse e` dotato di auto controllo ipersviluppato, ma non riesco a concepire,    da  essere umano, l’indifferenza che Monti dimostra di fronte ai molteplici, troppi suicidi che si verificano in Italia in questo particolare momento storico. Purtroppo, sono suicidi che scaturiscono dalla disperazione relativa al bilancio economico disastroso di  poveri soggetti; uno Stato che produce tanti suicidi e` uno Stato che ha fallito su tutti i fronti ed il suo Presidente del Consiglio dovrebbe, quanto meno, fermarsi per un momento ed analizzare questi fenomeni incresciosi che si verificano troppo frequentemente. Contrariamente alla natura umana commiserevole, il dr. Monti, ex allievo modello della Bocconi, sembra non avere, tuttavia, nessun sentimento amorevole e continuare per la sua strada imperterrito, senza voltarsi indietro. Nessun ostacolo deve fermarlo, suicidi, morti, terrorismo, stragi, nessun sentimento umano deve avere spazio. Siamo sicuri che  Mario Monti sia fatto di pelle ed ossa come noi e che non sia venuto da un altro pianeta ?

Quelle poche parole che escono dalla sua bocca sono dettate solo dal bisogno di giustificare il suo operato e dalla determinazione di andare avanti nel suo programma, a tutti i costi.

Quando verra` il tempo di tagliare lo spreco della grande macchina dello Stato? Quando decidera`, il dr. Monti, di eliminare le “auto blu” corredate dal personale  di scorta ad ex Presidenti della Repubblica incartapecoriti e privi di qualsiasi minaccia? Quando si prendera` in considerazione la vendita dei beni immobili dello Stato, cercando  di non gravare sempre sui cittadini italiani, gia` abbondantemente gravati da tasse iperboliche?

Dal momento che i cittadini italiani stanno dimostrando ampiamente la loro stanchezza ed intolleranza il dr. Monti dovrebbe  soffermarsi a meditare, in modo che tale malcontento non cresca ulteriormente con il rischio che possa arrivare ad un punto incontrollabile.

11 Settembre: dieci anni dopo

di Gabriella Gagliardini

 

Si sta lavorando con determinazione al grattacielo divenuto il piu` alto di New York, chiamato One World Trade Center. Questo ambizioso progetto che sta riportando la speranza agli abitanti di New York, dopo 10 anni dell’orrido attentato alle torri gemelle, sembra erigersi piu` alto ed imponente che mai; esso ha insito una grande morale, e` un simbolo per tutti coloro che hanno perso la speranza nel dolore e per tutti quelli che hanno provocato il massacro dell’11 settembre: la rinascita e` possibile, il male alla fine soccombe, occorre solo perseverare ed avere fiducia.