Attentato alla democrazia

di Gabriella Gagliardini

Siamo nel 2014, siamo stati tutti spettatori della caduta del muro di Berlino, della caduta del comunismo russo, del fallimento dell’ideologia marxista, ma in Italia, impenitenti, ancora ci tingiamo di rosso, addirittura abbiamo creato una nuova “nuance” di quel colore; infatti, esiste da sempre il rosso cardinale, il rosso porpora il rosso scarlatto ed ora anche il ” rosso Mosca”, tanto caro all’ex compagno (non tanto ex) Giorgio Napolitano, nonché Presidente della Repubblica italiana. Il Re Giorgio, soprannominato così, non a torto, avrà senz’altro fatto tappezzare il suo trono di quel graditissimo “ rosso Mosca”, di cui non può fare assolutamente a meno. Un fulmine a ciel sereno si è abbattuto su quella poltrona, scagliato proprio da colui che vuole assolutamente apparire come il garante della nostra Costituzione che lui stesso ha tradito con pratiche oltremodo poco democratiche.  Il suo trono dovrebbe essere molto comodo dato che Sua Maestà ci si trova tanto bene e vorrebbe, prima di esalare l’ultimo respiro, spianare la strada alla rivoluzione russa dal vago sentore ammuffito ed anacronistico. Ha proprio creato un bel trio con la Merkel e Sarkò, il trio degli affamati di potere e dei complotti internazionali! Ha un bel dire, Sua Maestà, che “è tutto fumo”….a noi sembra proprio che ci sia un succulento arrosto, anche se comincia a puzzare di bruciato!!

Evidentemente, se ci atteniamo alle dichiarazioni ampiamente documentate di Alan Friedman, prima del giugno 2011 il Re Giorgio sarà andato a consultare qualche cartomante in quanto già era a conoscenza del futuro declino dell’Italia, compreso il rialzo dello spread! Sarà stata una palla di vetro o il compagno Re è dotato di percezioni extra sensoriali? Ai posteri l’ardua sentenza, certo è che una previsione di sei mesi prima è frutto di una mente sensitiva molto forte oppure la rivoluzione rossa era stata programmata a tavolino nei minimi particolari?

Sono già troppe volte che la democrazia  soffre in Italia, che vengono rattoppati dei governi che non sono frutto della scelta degli elettori e che un governo, eletto democraticamente, viene ribaltato per favorire il cosiddetto “fumo” di cui parla Napolitano…. Finora ha deciso sempre lui, sempre per il bene dell’Italia, ma siamo sicuri che quello che ha deciso per noi sia stato un bene?! O meglio, siamo sicuri che il suo potere decisionale non esuli dalle competenze di un Capo di Stato?

6 Responses “Attentato alla democrazia”

  1. Alessandro scrive:

    buongiorno dot.ssa comunque anche il “camerata” Berlusconi ha votato la sua nomina oltre al fatto di aver appoggiato il Governo Monti. Quindi o il futuro governo “RENZI” attuerà una rivoluzione vera e propria, altrimenti gli ITALIANI alle prossime elezioni voteranno in massa “MOVIMENTO 5 STELLE” ed otterranno più del 51%. Il cuore batte a destra ma alle prossime elezioni voto Grillo. Noi Imprenditori siamo stufi.

    • Caro Alessandro,
      Berlusconi ha votato il Re Giorgio perché non riuscivano ad accordarsi neanche per il Presidente e lui risultava il meno peggio. Per quanto riguarda Grillo, per me rimane un comico inconcludente, volgare e dalla vocazione distruttiva; non ho visto grandi proposte venire da Grillo e non credo che verranno mai. Quindi, dare il voto al Movimento 5 stelle è come buttare il voto al vento, a maggior ragione, se il cuore batte a destra….

      • Stefano scrive:

        Perchè la Destra e la Sinistra hanno fatto qualcosa per questo paese negli ultimi 20 anni?. Meglio un comico come Grillo ed un Fonzi come Renzi, almeno ci facciamo distinguere in campo internazionale come miglior attori protagonisti, e miglior regia non le pare? tanto ormai l’Italia è segnata al declino quindi prendiamola sul ridere che ci resta?

        • Caro Stefano,
          l’essere umano dimentica molto presto, ecco perchè ognuno gioca le proprie carte, sporche o pulite…e la gente ci casca subito. Dire che sono tutti uguali è scendere nel qualunquismo più spietato e chi cede è già vinto. Occorre,invece, combattere per i propri ideali. Per fare un’analisi realistica si dovrebbe dire che la destra, almeno, non ha aumentato le tasse e non eravamo in questo degrado in cui siamo sprofondati attualmente.Saluti Gabriella Gagliardini

  2. Alessio scrive:

    LA DESTRA NON HA AUMENTATO LE TASSE? AHAHAHAHAHAH mi scusi dottoressa capisco la passione politica in lei per BERLUSCONI ma negare l’evidenza insomma potrei citare migliaia di imposte occulte messe dalla destra ma mi fermo qui. buona giornata.

    • Caro Alessio, sono contenta di aver suscitato tanta ilarità, ma mi baso sempre su carta, su busta paga e bollettini di pagamento vari, le carte mi danno ragione; poi le cose occulte rimangono tali per essere ben manipolate da chiunque. E’ facile parlare di imposte occulte, sputando sentenze genericamente e senza poter dimostrare niente. Ma ci accorgiamo della miseria intorno a noi che ci sta fagocitando? Non siamo mai stati tartassati come adesso; non sto parlando di politici in particolare, ma degli italiani, delle imprese che sono costrette a scappare a gambe levate per non soccombere nel territorio italiano, delle famiglie che perdono i posti di lavoro, dei suicidi frutto della disperazione economica, della gente comune che è in grave difficoltà finanziaria, tutto questo per troppe tasse, per troppe ingerenze germaniche e per troppa accondiscendenza del nostro Sovrano…Magari è tutto un disegno appositamente studiato…….Magari si vuole la rovina del nostro paese per speculazioni varie…..

Let us talk about
Name and Mail are required
Join the discuss