ATTENZIONE AL VOTO DEL REFERENDUM

di Gabriella Gagliardini

 


Siamo alla deriva, dov’è finita la gloria ed il sacrificio dei nostri soldati durante la grande guerra, quando il Piave mormorava “non passa lo straniero”? Tutto sembra dimenticato e privo di valore; eppure i nostri antenati hanno contribuito allo splendore dell’Italia sacrificando, a volte, la loro vita. Siamo arrivati , democraticamente e con immani sforzi alla Costituzione, ad un codice penale e civile, a dare una forma e una rispettabilità al sistema dell’Italia. Il nostro è un Paese meraviglioso, in cui le massime espressioni artistiche hanno trovato il loro habitat naturale, in cui le eccelsi menti letterarie hanno dato il meglio di sé. Un popolo generoso e attento alla sacralità dell’ospite al fine di dare espressione alla propria disponibilità verso il prossimo, dettata dalla genuinità del cuore italiano.

 

In questo buio periodo, con l’allontanamento, a poco, a poco, dai valori fondamentali e più profondi della vita, l’Italia sembra fluttuare in un mare in tempesta, sbattuta da una parte all’altra dai diversi venti che soffiano minacciosi.

Vari governi si sono succeduti, per troppo tempo ormai, imponendo il loro volere al popolo italiano che non è stato chiamato alle urne, come il sistema democratico detta, ma è stato sopraffatto da tre diversi governi imposti, “eletti” da una sola persona, se pur autorevole.

Ora, con l’ennesimo imbroglio, il governo- che non ha la legittimità del popolo-,cerca di chiamare a sé i più ingenui, i più disinformati e tutte le categorie di quei lavoratori che faticano a sbarcare il lunario e non hanno né il tempo, né la voglia di informarsi perché amareggiati dalla politica condotta, fino a questo punto, in modo non del tutto limpido.

Attenzione, quindi, a tutte le clausole che comprendono quelle sedicenti “riforme”,- che hanno stilato per accaparrare voti,- avendo cura di leggere anche le scritture minuscule ed illeggibili, pesando ogni parola come se si dovesse firmare un contratto di ostica comprensione, scritto in modo oscuro. Il fine di tale mancanza di chiarezza è studiato apposta per non far capire niente al popolo, un tempo sovrano, ma che sta perdendo la sua sovranità in modo silenzioso e subdolo.

Neanche il restare a casa, boicottando le urne, sembra essere una scelta felice; il referendum sarà valido anche con “quattro gatti” votanti perché non si terrà conto del quorum.

Attenzione, dunque, occorre informarsi bene ed essere convinti delle proprie azioni, soprattutto occorre prodigarsi al massimo per riuscire a leggere tra le righe!

 

Questa sembra essere l’ultima “chance” per conservare la nostra democrazia!!

 

Let us talk about
Name and Mail are required
Join the discuss